post della settimana

LIBRI E PRODOTTI BIO: VAI SUL BANNER E AGGIUNGI LA PAGINA AI TUOI PREFERITI

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

lunedì 21 marzo 2011

Osho: SONO SOLO UN INDIVIDUO

"Non sono nessuno. 

Non appartengo a una nazione, non appartengo a una religione, non appartengo a un partito politico.  

Sono solo un individuo, creato in questo modo dall'esistenza. 


Mi sono tenuto assolutamente estraneo all'influenza di qualche ideologia stupida, che sia religiosa, politica, sociale o finanziaria. 


E il miracolo è che proprio perché i miei occhi non sono gravati da tutti questi occhiali, e non ci sono veli davanti a me, posso vedere con chiarezza.


Share |

9 commenti:

Sara ha detto...

Ciao Alberto!
Io penso che sia davvero questo il segreto del viver bene. Rimanere "estraneo all'influenza di qualche ideologia stupida, che sia religiosa, politica, sociale o finanziaria."
Son cose più grandi di me e subirne l'influenza non può che nuocere la crescita spirituale che sto cercando di fare...

Ma non sarò troppo egoista rimanere estranea al tutto?

Max ha detto...

ciao sara! penso che Osho con quel "rimanere estraneo a.." intendesse semplicemente dire "non appartenere a.." come ha detto prima. penso sia li la chiave del discorso. perchè è naturale: quando appartieni a qualcosa, che sia una persona, una fede religiosa, o un'ideologia politica, identifichi te stesso in altro ed è come se tu disperdessi parte di te in altro.. io la vedrei più in quest'ottica qui, di "risparmio energetico"- poichè tutto è energia(lo dice la scienza pure, non solo i mistici orientali) stare attenti a non disperderla mi sembra il minimo che si possa fare.. tanti saluti!!

ps. quando ti distacchi da una cosa (persona, fede, idea ecc..) inizi a vederla in modo molto più nitido, chiaro: che splendida verità!! e che piccolo paradosso che può sembrare hahaha

Alberto ha detto...

Ciao Ragazzi! Bei commenti, complimenti a voi!
Credo che rimanere estranei sia l'opposto di rimanere indifferenti.
Mi spiego: La persona che sa godere della vita, di qualunque cosa offra la vita, si alimenta di TUTTO.
Può sentirsi partecipe di ogni cosa ma nello stesso tempo è libera da ogni cosa. Gode del Sole ma ama anche la Notte. Accoglie tutto senza trattenere. E accogliere tutto non vuol dire essere inerti.
Colui che accoglie tutto non vuol dire che si rifiuta di scegliere! Anzi, significa scegliere senza condizionamenti: Solo colui che è capace di accogliere tutto, riuscirà subito dopo a scegliere realmente, senza che nessuna fede o nessun partito scelga per lui.
Diversamente, la persona che vive solo di fede religiosa o politica e non vuol sentire altro, credo sia più chiusa alle mille sfumature della vita. La vita non ha fede e non ha schieramenti. La vita semplicemente é.

Sara ha detto...

Non posso che essere d'accordo con voi, ma i retaggi di una vita intera son sempre in agguato e qua nascono sempre tanti dubbi!

Cresciuta in una famiglia di preti e suore dove il sacrificio e dolore erano ben visti da Dio e ci dava la possibilità della salvezza eterna..

Ora la mia crescita spirituale personale, dalla mia famiglia viene vista come un grande egoismo... ecco i miei dubbi!

Ma so che quello che dice il "loro" Dio non si avvicina al mio credo e che l'individualismo per me è una cosa grandiosa.. ma le domande me le pongo sempre !
Per fortuna ci sono persone come voi che quando mi "perdo" mi mostrano la via! :-)
Grazie!!

Se posso ho un altra domanda:
Max, tu dici:"quando appartieni a qualcosa, che sia una persona, una fede religiosa, o un'ideologia politica, identifichi te stesso in altro ed è come se tu disperdessi parte di te in altro.."
Io sono legata molto profondamente a mio marito, insieme facciamo l'uno, mantenendo la propria individualità... Come lo vedi questo? Come arricchimento personale o una perdita?
Grazie in anticipo!!
:-))

Max ha detto...

bella domanda.. dalle tue parole ti direi che ovviamente è un arricchimento, qualcosa di bello. perchè non ti toglie nulla, ma ti dà.
e tu dai a lui, è uno scambio reciproco..1+1= 2 d'altronde, qui la matematica ci aiuta..
però mi sento di darti un piccolo avvertimento, da prendere con le molle eh..
"la crescita spirituale" come la definisci te, è una cosa strettamente personale!! il pericolo della "dipendenza" è sempre in agguato.. non so se è il tuo caso, non penso. ma ricordati queste parole. :) auguri!!

Alberto ha detto...

Condivido in toto le parole di Max!

Sara ha detto...

Scusate ragazzi... ma me la spiegate quella della dipendenza?
Ci mancherebbe che dalla dipendenza religiosa passassi ad un altra!

Max ha detto...

sara c'è poco altro da dire secondo me.. forse nulla :) alla fine di questo argomento c'è poco da parlare, c'è solo da "sentirlo, percepirlo"- comunque rileggi bene i precedenti post e qualcosa magari ci trovi, che forse ti era sfuggito. "godere di ogni cosa e allo stesso tempo esserne libero. accogliere tutto senza trattenere" senti la bellezza di queste parole (prese da alberto). se poi non ti è chiaro continua a chiedere.. :) mi fai solo un favore!

Sara ha detto...

Tutto chiaro Max.. ora mi sento sollevata!! :-))
A presto!

I 3 Top Post del Mese

SEGUICI VIA MAIL

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...