post della settimana

LIBRI E PRODOTTI BIO: VAI SUL BANNER E AGGIUNGI LA PAGINA AI TUOI PREFERITI

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

martedì 28 febbraio 2017

Significato Occidentali's Karma


Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo 2017, con la sua "Occidentali's Karma" che alcuni amano chiamare la canzone della scimmia che balla nuda... ed altri invece...

Fonte Immagine: https://no.wikipedia.org/wiki/Fil:Il-vincitore-del-festival-di-sanremo-2017-e-francesco-gabbani-con-occidentali-karma.png

Altri come noi, i più intellettuali (nei caffè), evidenziano i numerosi riferimenti culturali e spirituali all'interno del testo.
Ma esiste un'interpretazione unica del testo di Gabbani?

E, qualora esistesse, importa davvero dare una spiegazione a senso unico da sfoderare sui social dopo aver fatto finta di avere da sempre sul proprio comodino una copia del libro "la scimmia nuda" firmata da Desmond Morris in persona?

Non potremmo fare a meno di atteggiarci ad internettologi?
La risposta è: oggi no e, per tale motivo, con l'aiuto del web e non solo, provo a dare una LIBERA e PERSONALE interpretazione. Partendo dal testo:

Francesco Gabbani
Occidentali’s Karma
di Fr. Gabbani - F. Ilacqua - L. Chiaravalli - Fr. Gabbani - Fi. Gabbani - L. Chiaravalli
Ed. BMG Rights Management (Italy)/Baby Angel Music/The Saifam Group/Music Union 
Milano - Bergamo - Lugagnano di Sona (VR) - Milano


Essere o dover essere
Il dubbio amletico
Il dilemma dell'Uomo Moderno cambia l'alternativa shakespeariana tra essere e non essere.
L'uomo ha da sempre la necessità di essere "consapevole", di realizzarsi spiritualmente ma oggi confonde tutto ciò con il dover essere, con l'apparire, con lo status sociale, che sono cose ben diverse.
Erich Fromme chiedeva nel suo libro "Avere o Essere"? Oggi la risposta è una: devi essere e, per essere, devi avere. Devi avere anche la tua ora di realizzazione spirituale il sabato pomeriggio a 40 euro l'ora.

Contemporaneo come l’uomo del neolitico
Il dilemma di cui sopra si perde nella notte dei tempi e si ripropone oggi più attuale che mai.

Nella tua gabbia 2x3 mettiti comodo
Può far pensare alle misure di un  tappeto da meditazione oppure alle offerte 3x2 e quindi al consumismo che crea bisogni innaturali rispetto ai quali siamo prigionieri in gabbia.

Intellettuali nei caffè
Internettologi
Il dover essere si manifesta anche in questo modo... dover essere qualcuno e dire la propria sempre e comunque.

Soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi.
Il Self per sua natura (Farsi un self, una foto di se stessi) non può essere anonimo...  eppure siamo invasi da visi di selfisti... per noi anonimi.

L’intelligenza è démodé
Risposte facili
Dilemmi inutili.
La vera intelligenza e le vere risposte sono poche ma non mancano le domande ed i problemi inutili.

AAA cercasi (cerca sì)
Storie dal gran finale
Sperasi (spera sì)
Si paragona la vita ad un annuncio sul mercatino la cui richiesta è rivolta a trovare qualcuno che ci faccia vivere una storia da film con un gran finale omologato ed uguale per tutti.

Comunque vada panta rei
And singing in the rain.
Comunque vada tutto scorre diceva Eraclito, ed aveva ragione, tutto è impermanente (vedi un certo Buddha).
Danziamo sotto la pioggia  e assaporiamo il momento, in Sicilia si direbbe "futtitinni" (fregatene, sii spensierato, rilassati), qui e ora.

Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
Si va a lezioni di yoga, meditazione, va di moda oggi, e forse si occidentalizza un pò...
In realtà la meditazione "può accadere" in qualsiasi momento della giornata e non va relegata ad un'ora la settimana a 40 euro a botta. Siamo riusciti anche a mettere fretta al Buddha...

La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
Col il termine mantra si pensa ad un suono soave, prolungato, solenne e non certamente ad un urlo che ben si adatta con la voce della modernità (vedi Munch).

La domanda è: si evolve spiritualmente seguendo queste discipline (meditazione, yoga, ecc..)?
La risposta potrebbe essere: "si inciampa" in un percorso che porta ad una evoluzione di fatto: spirituale oppure... semplicemente ci si rilassa...

La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
La scimmia nuda è il titolo di un famoso libro dell'etologo Desmond Morris, in cui l'autore mette in risalto le somiglianze tra l'uomo e i suoi antenati pelosi.

Da notare: nella prima serata Gabbani ha un maglione peloso (che ricorda i peli di una scimmia) di colore arancione.

Ah già l'arancione... il Buddha indossava abiti arancioni, così ancora oggi fa il Dalai Lama.
Goku protagonista della serie "Dragon Ball" ed il figlio Goan sono vestiti con una tunica e pantaloni arancioni. E poi sia Goku che Goan si trasformano in uno "Scimmione Nudo".
E non dimentichiamo i Sannyasin di Osho (gli “Arancioni”appunto).

Il Karma invece è la conseguenza delle azioni compiute da ogni essere vivente, che influisce sul tipo di rinascita nella vita successiva, il Karma è quindi legato alle azioni compiute, al movimento dell'uomo nel mondo, ben espresso anche dal balletto che richiama movimenti semplici e ripetuti quasi da uomo delle caverne.

Durante le successive serate sanremesi Gabbani diventa una scimmia e la scimmia indossa il maglione di Gabbani, quasi a voler sottolineare la "fusione" tra i due e nello stesso tempo il tentativo di evolvere e superare il proprio Karma animale.

Piovono gocce di Chanel
Su corpi asettici
Mettiti in salvo dall’odore dei tuoi simili.
Su corpi impersonali, freddi, si posano le gocce di un profumo che dovrebbe distinguere dalla massa, in quanto ambìto (dalla massa) e verso cui (anche incosciamente) si affidano le pretese di una affermazione del proprio status per distinguersi "dall'odore" dei propri simili.

Tutti tuttologi col web
Coca dei popoli
Oppio dei poveri.
In molti, anche lo scrivente, si affidano al web per dare risposte. Nè giusto nè sbagliato, è semplicemente così.
Di fatto il web può divenire una dipendenza, piacevole come il caffè se non limita l'uomo ma lo stimola, altrimenti è droga.

Marx nella critica alla filosofia del diritto di Hegel considerava la religione oppio dei popoli che nel testo della canzone diventano poveri, potendo intendersi nel senso di povertà spirituale.

AAA cercasi (cerca sì)
Umanità virtuale
Sex appeal (sex appeal)
Si cercano e si stringono amicizie virtuali, spesso mostrando sul web il miglior lato di sè, citando frasi di spiccata moralità o mostrando primi piano da urlo (e spesso vedere selfie di labbra pronunciate di uomini o donne over 50 comporta un discreto spavento).

Quando la vita si distrae cadono gli uomini.
Occidentali’s Karma
Occidentali’s Karma
La scimmia si rialza.
Non sono gli uomini a cadere, ma è la vita che distraendosi fa cadere gli uomini, parafrasando Gibran ne "il Profeta" voi siete l'arco che viene teso dall'arciere della vita.

L'uomo cade e ricomincia da zero, dall'inizio: la scimmia si rialza, così da sempre nel ciclo infinito/finito di Rinascita.

Namasté 
Modo di salutare originario dell'India, accompagnato dal gesto di unire le mani all'altezza del petto, del mento o della fronte, con un leggero inchino col capo.

Le lezioni di yoga terminano sempre con la parola namasté.
“Namas” = prostrarsi, inchinarsi, salutare;
“Te” = “a te”
In particolare nello Yoga con tale saluto che si scambia reciprocamente si vuole riconoscere la sacralità che c’è in ognuno di noi.

Alé
Fa pensare all'espressione di incoraggiamento, per dire forza (in Spagnolo Alè=forza!), andiamo avanti,  dal francese allez ‘andate’.
Avanziamo, Evolviamo...

Infine occhio all'immagine di copertina del singolo: per metà Gabbani è vestito con una tunica buddista e per l'altra metà appare "occidentalizzato", con un cellulare in mano nell'atto di fare un selfie, con la testa girata per guardare il proprio sè sullo schermo, ma non il vero IO che si trova all'interno.

Urge un prossimo singolo con la testa in equilibrio e si completa il cerchio...zen.

Autore: A.P.



mercoledì 15 febbraio 2017

Come Organizzare il Tempo Qui e Ora

Fonte Immagine: https://pixabay.com/it/orologio-onda-periodo-tempo-paura-439147/

Ognuno di noi, prima o poi nella vita, si è fissato il seguente imperativo: devo organizzare al meglio le mie giornate, ottimizzare il tempo che ho a disposizione, gestire ordinatamente le mie attività.

Purtroppo, molto spesso, ai buoni propositi non seguono i fatti e così le nostre intenzioni rimangono tali e rimandiamo...rimandiamo...rimandiamo ed in cuor nostro non siamo per nulla contenti del nostro approccio caotico alla vita.

Proviamo dunque a stabilire alcuni punti da seguire per organizzare al meglio il nostro tempo e... ricordate:

  • non esistono regole universali,
  •  è inutile in ogni casi stressarsi,
  •  ottimizzare (come sempre qui e ora) e poi... AGIRE!


 1) Comprarsi un'agenda e annotare giornalmente le attività da portare a termine (che siano lavorative, sportive, meditazione, hobby, ecc...).
Una volta portata a termine la relativa occupazione sbarratela e dedicatevi alla prossima, potrebbe esservi utile scandire anche il tempo (ad es. ore 13.00 corsa, ore 16,00 appuntamento cliente ecc...).
Risultato: La soddisfazione di segnare l'attività compiuta ed un ordine mentale sulle cose da portare a compimento.

2) Quando fate una cosa fate quella e basta! Ad esempio se state lavorando lavorate e basta, spegnete (se potete) il cellulare e qualsiasi altro apparecchio che possa distrarvi dal qui e ora.

3) Meditate. La meditazione, è dimostrato da innumerevoli studi, aumenta la concentrazione e la capacità di gestire il tempo (ciò è dato probabilmente da un maggior ordine e "pulizia" mentale). Come meditare? i modi sono tanti... su questo blog ne trovate alcuni... ma ricordate: qualsiasi attività della vita può essere compiuta in stato meditativo.
Un esempio? Corri, allenati e quando corri assapora il vento sulla pelle, cerca di rimanere vigile e goditi il paesaggio che ti circonda, corri qui e ora.

Continua...

giovedì 3 novembre 2016

10 Modi per Essere Felici

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/giovent%C3%B9-attivo-salto-felice-570881/


La felicità è una parola e, come tale, bisogna prenderla. I lettori assidui sanno che la "non filosofia" di questo blog è QUI e ORA... e non occorre aggiungere altro. Tuttavia, elencare 10 cose per essere "felici" può far solo bene e allora procediamo:

1) Fai Sport
La pratica sportiva contribuisce a produrre serotonina, un neurotrasmettitore comunemente conosciuto come "ormone della felicità". Chi pratica sport regolarmente e, specialmente sport aerobici come la corsa o il nuoto, è ben consapevole delle sensazioni di benessere avvertite sia a livello fisico che mentale grazie all'attività fisica .

2) Vivi Qui e Ora
Qualunque attività della vita ti appresti a compiere immergiti in essa con tutto te stesso, dedicandole la tua piena attenzione. Ad esempio: mentre mangi non occorre pensare a "quel litigio" mangia e basta, mentre guidi l'auto non occorre pensare a "quella tua vecchia fiamma". Ma non è possibile fermare volontariamente i pensieri e quindi, se ti accorgi che la tua attenzione è volata via, riportala dolcemente al momento presente, qui e ora.

3) Mangia Sano
Una corretta alimentazione, megari mediterranea, è sinonimo di salute. L'organismo è come un'automobile, devi saper scegliere il carburante più adatto per il tuo motore!

4) Viaggia  e Socializza
Visitare luoghi, passeggiare tra la natura, in riva al mare, in montagna, permettono alla mente di spaziare ed arricchirsi di nuove esperienze. Ancor meglio se in buona compagnia!

5) Limita l'uso dei Social, TV e PC
Tutto ciò che è utilizzato nel modo corretto e con la giusta dose va benissimo. Il discorso vale per gli strumenti elettronici in generale e non solo... sono strumenti utilissimi da usare ma senza esagerare.

6) Ridi
Qualunque cosa ti faccia ridere di cuore inseguila, che sia una persona, un gioco, un libro...

7) Ringrazia
Ringrazia l'esistenza per le cose belle della vita e, parafrasando Modugno, non puoi non accorgerti che la vita è meravigliosa, pur con i suoi alti e bassi.

8) Ascolta Musica 
Magari che sia musica rilassante e magari mentre vai a correre... Stimola il cervello e regala sensazioni nuove.

9) Smettila di lamentarti
Lamentarsi di sè stessi o degli altri ha il solo scopo di farti sentire peggio. Dunque, agisci e migliora la tua vita e quella altrui con la giusta carica di valori positivi!

10) Fai un piccolo passo alla volta
Per realizzare tutti i buoni propositi appena letti occorre cominciare, anche uno alla volta, ed occorre ricordarsi che si ha tutto il tempo a disposizione e che ogni momento è quello giusto... come sempre QUI E ORA!


Consiglio di lettura:
Felicità è...
500 modi per vivere la gioia del momento!

mercoledì 12 ottobre 2016

Frasi Dalai Lama

1) La pazienza e la tolleranza non vanno considerate un segno di debolezza e di rinuncia, ma anzi, un segno di forza, la forza che proviene dalla saldezza interiore. Reagire a circostanze difficili con pazienza e tolleranza, anziché con rabbia e odio, significa avere un controllo attivo delle cose, che è frutto di una mente forte e autodisciplinata.

2) Quando perdi, non perdere la lezione.

3) Impara bene le regole, in modo da infrangerle nel modo giusto.

4) Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.

5) Nessuno è nato sotto una cattiva stella; ci sono semmai uomini che guardano male il cielo.

6)  Apri le braccia al cambiamento, ma non lasciar andare i tuoi valori.

7) Segui sempre le 3 “R”: Rispetto per te stesso. Rispetto per gli altri. Responsabilità per le tue azioni.

8) Se vogliamo costruire la pace nel mondo, costruiamola in primo luogo dentro ciascuno di noi.

9) Ero intelligente e volevo cambiare il mondo. Ora sono saggio e voglio cambiare me stesso.

10) Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.


mercoledì 20 gennaio 2016

Mente zen, Mente di principiante

 Fonte immagine: https://pixabay.com/it/rana-macro-anfibio-verde-raganella-111179/

 Fonte:tratto interamente dall'ottimo sito:http://zeninthecity.org/letture/autori-vari/shunryu-suzuki-roshi-niente-di-speciale/

Le storie zen, o koan, sono difficilmente comprensibili se non sapete che cosa stiamo facendo attimo per attimo. Ma, se sapete esattamente che cosa stiamo facendo ad ogni istante, non troverete i koan così difficili. I koan sono tanti. Vi ho spesso parlato di una rana, e ogni volta tutti si mettono a ridere. Ma una rana è molto interessante. E per giunta siede come noi, lo sapete. Però non pensa di fare assolutamente niente di speciale. Mentre può darsi che voi, quando entrate nello zendo e sedete in meditazione, crediate di fare qualcosa di straordinario. Dopotutto, vostro marito o vostra moglie se ne stanno a dormire, mentre voi invece fate zazen! Voi sì che state facendo qualcosa di straordinario, e i vostri cari sono pigri! Può darsi che intendiate in questo modo lo zazen. Ma guardate la rana. Anche una rana sta seduta come noi, ma non ha alcuna idea dello zazen. Osservatela. Se qualcosa la disturba fa una smorfia. Se le passa vicino qualcosa di commestibile, lo afferra e lo mangia, sempre restando seduta. Ecco qual è effettivamente il nostro zazen: assolutamente niente di speciale.
Mente Zen - Mente di Principiante
Voto medio su 1 recensioni: Buono
 
Da: Shunryu Suzuki-roshi, “Mente zen, mente di principiante“, Astrolabio Ubaldini, 1978.

I 3 Top Post del Mese

SEGUICI VIA MAIL

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...